La personalità è un insieme di comportamenti, pensieri, emozioni.

La personalità inizia a strutturarsi durante l’infanzia, attraverso l’interazione tra fattori ambientali ed ereditari. Nell’ambito di uno sviluppo normale i bambini imparano con il tempo ad interpretare i segnali sociali e a rispondervi in modo adeguato, qualora tutto ciò non si verifichi è possibile che si instauri un disturbo di personalità .

I disturbi di personalità hanno in comune 4 principali caratteristiche:

  1. Eccessiva o ridotta regolazione degli impulsi
  2. Difficoltà relazionali
  3. Pensiero distorto
  4. Risposte emotive eccessive e problematiche

Secondo il DSM-V ( Apa 2013 ) queste caratteristiche messe insieme possono dare origine a 10 disturbi di personalità raggruppati in 3 cluster ( insiemi ).

I disturbi di personalità del CLUSTER A sono:
Disturbo Paranoide di Personalità
Disturbo Schizoide di Personalità
Disturbo Schizotipico di Personalità

Questi disturbi condividono come caratteristiche comuni il ritiro sociale, un notevole disagio negli ambienti sociali e il pensiero distorto.

Il Paranoide è convinto che le altre persone vogliono danneggiarlo, tende poi a interpretare come minacciose e ostili le intenzioni altrui.

Lo Schizotipico appare come una persona bizzarra, eccentrica, isolata da un punto di vista sociale.

Lo Schizoide tende anche lui ad isolarsi perché non percepisce il bisogno di relazionarsi con gli altri, la loro affettività è fredda e distaccata, mostrano poco interesse per le vicende degli altri.

I disturbi del CLUSTER B sono:
Disturbo Antisociale di Personalità
Disturbo Borderline di Personalità
Disturbo Istrionico di Personalità
Disturbo Narcisistico di Personalità

Il disturbo Antisociale si manifesta a partire dai 15 anni di età, quasi esclusivamente nel sesso maschile, e si caratterizza per il manifestare comportamenti ostili e violenti, e per la totale mancanza di empatia nei confronti delle altre persone.

Il disturbo Borderline è un grave disturbo di personalità che insorge nella prima età adulta ed è caratterizzato da instabilità nelle relazioni interpersonali, nell’immagine di sé e nel comportamento. Manifestano una notevole impulsività, possono essere presenti instabilità emotiva, rabbia incontrollata e depressione.

L’Istrionico è caratterizzato da un’intensa emotività esternata con modalità di comportamento teatrale, e dal costante bisogno di ottenere il riconoscimento altrui, il che li porta ad assumere comportamenti apertamente seduttivi.

Il Narcisistico è un disturbo che si manifesta nella prima età adulta, e si caratterizza per idee di grandiosità, necessità di ammirazione e mancanza di empatia.

I disturbi del CLUSTER C sono :
Disturbo evitante di personalità
Disturbo dipendente di personalità
Disturbo ossessivo compulsivo di personalità

Questi 3 disturbi si caratterizzano per alti livelli d’inibizione sociale, d’ansia e di sentimenti di inadeguatezza.

L’ Evitante avverte il bisogno di relazionarsi con gli altri ma è molto sensibile al rifiuto da parte delle altre persone pur desiderando la compagnia degli altri conducono spesso una vita isolata e ritirata per difendersi dalla sofferenza causata dal rifiuto dagli altri.

Il Dipendente manifesta una notevole dipendenza psicologica dalle altre persone da cui ricercano approvazione o protezione. Sono passivi, hanno una bassa autostima e sono accondiscendenti per la paura di separarsi dalle persone da cui dipendono.

L’ Ossessivo compulsivo si caratterizza per alcune caratteristiche peculiari come: l’ostinazione, l’ordine estremo, perfezionismo, isolamento affettivo. Queste caratteristiche possono essere presenti in una forma così estrema da creare ad esempio difficoltà interpersonali, infatti queste persone sono scarsamente empatiche, rigide e poco flessibili e soprattutto intolleranti verso i comportamenti altrui dissonanti dai propri.